Mario Ferretti (1915-1974)

All’interno della collana editoriale “Rarità del Novecento livornese” Francesca Cagianelli ha ricostruito l’iter bibliografico e storico-critico di Mario Ferretti dall’alunnato presso la “Vetreria” di Livorno, sede dei corsi diretti da Beppe Guzzi, fino alla presenza nelle principali sindacali livornesi.La monografia dedicata a Mario Ferretti intende recuperare testimonianze pittoriche e grafiche assolutamente inedite dell’artista, eppure informate sui più prestigiosi traguardi del Novecento Italiano, da Achille Funi a Mario Sironi. In particolare, a partire dagli anni Cinquanta, Mario Ferretti si fa interprete di un filone espressionista che risulta di particolare interesse e rarità nel contesto della cultura figurativa livornese del Novecento. Un’ulteriore attrazione scientifica del volume dedicato all’artista è costituita dall’ampia sezione antologica e documentaria volta a ricostruire tra l’altro anche la vocazione poetica dell’artista, attraverso una selezione di poesie pubblicate in una rara edizione livornese ormai esaurita.

Mostra
A cura di Francesca Cagianelli, Michele Pierleoni, Franco Sborgi

Comitato Scientifico
Francesca Cagianelli, Michele Pierleoni, Franco Sborgi

In previsione nei locali della “Galleria d’Arte Athena di Livorno”, nel settembre 2006, la mostra illustra un percorso di quaranta opere pittoriche e venti opere grafiche dell’artista, dagli esordi fino all’ultima produzione degli anni Settanta. Grazie alla ricognizione inventariale avviata fin dal 2003 da Francesca Cagianelli, sono state recuperate opere emblematiche di Mario Ferretti quali Zona industriale e Canto dell’omo finito, esposti alla storica e fondamentale mostra personale dell’artista a “Bottega d’Arte” di Livorno nel 1939.

Pubblicità

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: