Franchetti, pittore sconosciuto. Dal Tirreno del 20.10.2007

francesco_franchetti.jpgMostre, conferenze e un libro. Arte ebraica protagonista

ELENA BATAZZI

LIVORNO. Un nuovo volume tutto dedicato al pittore Francesco Franchetti e una mostra che mira a far conoscere al pubblico questo grandissimo artista, finora escluso dalla storiografia ufficiale.
Inoltre 4 visite guidate per scoprirlo più da vicino e un ciclo di 5 conferenze tutte dedicate all’arte ebraica. Sono solo alcune delle iniziative promosse e curate dall’associazione ”Archivi e Eventi”, nata nel gennaio 2006 con lo scopo di promuovere e riscoprire l’arte e il prestigio degli artisti livornesi tra ’800 e ’900.
Fin dalla sua costituzione l’associazione, grazie soprattutto alla passione e alla tenacia della dottoressa Francesca Cagianelli, ha perseguito con costanza alcuni obiettivi: studiare e documentare tutte le espressioni artistiche dell’800 e ’900 livornese; catalogare ed archiviare tutta la documentazione; curare e promuovere la pubblicazione di documenti, bibliografie, opere letterarie; organizzare convegni e seminari, promuovere esposizioni ed iniziative rivolte alla divulgazione e valorizzazione dell’800 e del ’900 livornese.
Dopo la pubblicazione dei primi cinque volumi, adesso tutto è pronto per la presentazione dell’ultimo della serie. “Francesco Franchetti 1878-1931, I percorsi dell’orientalismo in Toscana” (Benvenuti&Cavaciocchi, Livorno, 2007) curato da Francesca Cagianelli, con un importante saggio introduttivo di Franco Sborgi.

Il libro sarà presentato ufficialmente al Gabinetto Vieusseux a Firenze l’8 novembre. Dedicata a questo artista sarà anche la mostra che verrà allestita presso la Villa del Presidente (ex Mascagni, via Marradi, 116) dal 25 ottobre al 25 novembre. L’inaugurazione si terrà giovedì 25 alle 17.30. Le quattro visite guidate invece sono programmate alle ore 16.30, nei giorni 31 ottobre, 7, 14 e 21 novembre.
Il percorso della mostra comprendente 40 opere e illustra lo snodo pittorico della produzione di Franchetti più in sintonia con le avanguardie europee, ovvero proprio la stagione orientalista, che si dispiega a partire dal 1913. Un ulteriore appuntamento correlato è la mostra dal titolo “Francesco Franchetti: cultura macchiaiola e preraffaellismo nei dintorni di Nino Costa” che si terrà presso lo Studio d’Arte dell’Ottocento (Via Roma).
Il ciclo di conferenze sull’arte ebraica si terranno, alle 17, sempre presso la Villa del Presidente, a partire dal 30 ottobre, con la prima, dal titolo “Presenze ebraiche nell’arte a Livorno tre le due guerre”, condotta da Franco Sborgi, professore di storia dell’arte contemporanea all’università di Genova. La seconda, martedì 13 novembre, condotta dalla stessa Francesca Cagianelli, tratterà di “Italo Nunes Vais; dall’accademia all’orientalismo”.
Info. Per prenotazioni: 3470434984

Pubblicità

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: